Art. 19 Cassettone

Cassettone 700 piemontese cm. 145X66x94h.
Lastronato ed intarsiato a mano mm. 3 con legni di palissandro, bois de rose, bois de violette, bosso, paduk ed avorio.
Rifinitura in foglia d’oro zecchino.
La struttura è di noce nazione ed abete massiccio.
Lucidatura a tampone.
(Riproduzione del Maestro P. Piffetti 1733 ca).

Il mobile è in legno d’abete nei fianchi, i quali sono stati lavorati a doghe fissate tra loro mediante spine di legno. Il fondo e il piano, oltre allo schienale messo a telaio con pannello diamantato, sono in legno di noce. Anche l’interno dei cassetti è in legno di noce lavorato a doghe in facciata, con fondi in legno di ulivo. Pure il sottocoperta è stato lastronato per bilanciare il piano.

L’intarsio, che sul frontale è un tutt’uno nei tre cassetti, mescola filettature con motivi a nastro in legno di bosso e altri legni pregiati, su lastronatura dritta e a lisca di pesce in palissandro, con altri sottili filetti in amaranto.
Questa opera è una copia unica di uno dei famosi cassettoni (pendant) del grande ebanista torinese di corte Savoia, Pietro Piffetti, che li eseguì nel 1740 circa per il castello di Moncalieri e che oggi si trovano al Palazzo del Quirinale a Roma.

Il mobile è stato interamente lastronato ed intarsiato con spessori di 2,5 e 3,3 mm. Le misure sono lunghezza 135 cm; profondità 65 cm; altezza 90 cm.

 

Per informazioni su questo prodotto contattaci al numero +39 3208621550 o compila il modulo qui sotto: